Flash Feed Scroll Reader

Coni Napoli – Anas – Polizia Stradale, federazioni sportive: “In campo per la sicurezza stradale per ciclisti amatoriali e podisti”.

Coni Napoli – Anas – Polizia Stradale, federazioni sportive: “In campo per la sicurezza stradale per ciclisti amatoriali e podisti”.

Un convegno al Coni per discutere di manutenzione strade e comportamento per ciclisti e runners.
Uniti per la sicurezza sulle strade campane, evitando incidenti mentre si corre in bicicletta oppure a piedi. E’ l’obiettivo comune del Coni Napoli, Anas, Polizia Stradale, di alcune federazioni sportive campane con dirigenti e rappresentanti presenti oggiAggiungi un appuntamento per oggi nella sede del Coni al convegno “Le strade dello sport”. Sono intervenuti per Anas il dirigente responsabile Area Amministrativa – Compartimento della Viabilità per la Campania Massimo Siano, il Comandante della Polizia Stradale Giuseppe Salomone, il presidente del Coni Napoli Sergio Roncelli, il presidente di Fidal Campania Sandro Del Naia, l’organizzatore della Gran Fondo Napoli, Andrea Cozzi, con la moderazione del presidente di Ussi Campania, Mario [continua…]

Gran Fondo Napoli for April 6 for Peace and Sports, Napoli si stringe intorno a mamma Antonella

Gran Fondo Napoli for April 6 for Peace and Sports, Napoli si stringe intorno a mamma Antonella

Madre di Ciro Esposito a flash mob su pace e sport assieme a campioni di ieri e oggi

Napoli capitale dello pace attraverso lo sport. Questa mattina si è tenuto sul Lungomare, in via Partenope, l’evento Gran Fondo Napoli for April 6 for Peace and Sports, appuntamento voluto dall’Onu e organizzato dall’associazione monegasca Peace and Sports, per la prima volta di scena a Napoli. All’evento, che ha preceduto la Gran Fondo Napoli, prima gara, in programma il 26 aprile, che passa attraverso cinque siti patrimonio Unesco, a sventolare la card bianca della pace c’erano campioni napoletani di ieri e di oggi e Antonella Leardi, la mamma di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ucciso nel maggio scorso nei dintorni dell’Olimpico di Roma prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina. “Sono qui per dire ancora una volta che lo sport è vita, non morte – ha detto la mamma di Ciro – non sono un’atleta ma sto giocando la partita più dura della mia vita. E nonostante le offese che ho subito all’Olimpico, andrò avanti senza sosta per mio figlio. Spero che quest’iniziativa si ripeta in futuro perché i bambini hanno diritto a uno sport non violento” ha concluso Antonella. Migliaia di persone all’evento Peace and Sports sul Lungomare, assieme a rappresentanti Ussi Campania (il vicepresidente Massimo Sparnelli), Abio (Associazione per il bambino in ospedale, presente il presidente Rosa Fiacco), che ha organizzato una raccolta fondi con vendita di magliette destinata a progetti per bambini. Per strada anche campioni napoletani che hanno fatto la storia in varie discipline. “Lo sport ha fermato le guerre, ora troppo spesso è fermato da piccole guerriglie, per esempio sugli stadi – ha detto l’ex pugile Patrizio Oliva –, eventi come questo servono a ribadire il ruolo dello sport nei processi di pace”. “Lo sport è dei giovani – ha aggiunto l’ex pallanotista Franco Porzio -, noi abbiamo rappresentato il volto pulito, bello dello sport. Questi esempi positivi servono per educare i più giovani”. Così Giancarlo Cangiano, più campione mondiale di motonautica: “Ho corso negli Usa, in Ucraina, lo sport unisce, non conosce steccati tra religione, etnie, sesso”. Per il maestro di judo Gianni Maddaloni “l’evento del 6 aprile serve per far capire ai ragazzi che nello sport c’è rispetto delle regole, cultura, pace”. Infine, l’ideatore del 6 aprile Peace and Sports a Napoli e organizzatore della Gran Fondo Napoli, Andrea Cozzi: “Spero che il 6 aprile a Napoli diventi data fissa, in una delle capitali mondiali dello sport”.

La Scandone torna nell'anonimato.

La Virtus si regala una chance play off ,la Sidigas torna nell’ anonimato. In buona sostanza questo il verdetto espresso nella sfida capitolina, una gara che doveva far da crocevia per entrambe le formazioni. Avellino è tornata la stessa di sempre, tante volte vista sui parquet ,una squadra  discreta nelle individualità ma senza la grinta  e la voglia di vincere indispensabili per prevalere. La Virtus, invece, una volta scrollatasi di dosso il peso della partecipazione europea, e soprattutto grazie all’innesto di tre pedine importanti come Curry, Ebi e Freeman si è completamente trasformata da anatroccolo balbettante, impelagato nei bassi fondi a formazione autoritaria, completa in tutti i reparti ,capace di inanellare quattro successi di fila e candidata a recitare un ruolo primario nei prossini play off. A sei giornate dalla [continua…]

Una serata di grande boxe ad Avellino

Irpinia in festa. Tommasone si aggiudica il titolo intercontinentale dei pesi piuma battendo ai punti il cileno Palma al termine di un match intenso e denso di emozioni. Grande gioia  per i numerosi appassionati accorsi al Paladelmauro per sostenere il loro beniamino ,Carmine Tommasone detentore del titolo italiano di categoria .Boxe  di livello mondiale esaltata dalla professionalità e dalla preparazione accurata del ragazzo di Contrada che non ha dato scampo al quotato avversario obbligandolo a subire ed evitando colpi devastanti con una fantastica agilità  frutto di un certosino lavoro in palestra .Alla fine è scoppiata la festa in un Paladelmauro in delirio per lo spettacolo offerto ma soprattutto per la conquista di un ambitissimo trofeo che riporta l’Irpinia sulla ribalta internazionale .