Flash Feed Scroll Reader

Una targa allo stadio "San Paolo" per ricordare Roberto Fiore

L’Ussi della Campania, con il Comune di Napoli e grazie a un’idea del giornalista Marcello Pelillo, ha voluto ricordare l’ex presidente del Napoli, Roberto Fiore. Realizzata una targa posta all’ingresso della Tribuna Posillipo e scoperta questa mattina alla presenza dei familiari, la moglie Carmela De Paola e la figlia, Annalisa Fiore.
Fiore, appassionato presidente del Napoli dal 1964 al 1967, portò in maglia azzurra campioni della bravura di Altafini e Sivori. Trattò addirittura l’acquisto di Pelè, ma non se ne fece nulla perché il presidente dei Santos temette per la sua vita.
Erano presenti all’inaugurazione il vicepresidente Nazionale dell’Ussi, Gianfranco Coppola, il presidente dell’Ussi Campania, Mario Zaccaria, il vicepresidente dell’Ussi Campania, Rosario Mazzitelli, il segretario dell’Ussi Campania, Pier Paolo Petino, l’Head [continua…]

Il...Ringhio di Gattuso:

Castelvolturno, porte aperte, gente che va e gente che viene: in mattinata i saluti e l’addio del leader calmo Ancelotti, nel tardo pomeriggio la press-conference e presentazione dell’ultimo nuovo medico di famiglia, Ringhio Gennaro Gattuso, con il patron De Laurentiis, padrone di casa Napoli. Dopo il primo allenamento e dopo aver conosciuto uno per uno gli azzurri, Gattuso “ringhia” così, è il primo scossone all’ambiente, ma soprattutto al gruppo che dovrà uniformarsi ai proposito del nuovo timoniere: “Il Napoli non può stare fuori dall’Europa, dove si trova  da dieci anni. Significa che dobbiamo centrare l’obiettivo della Champions. Quindi testa bassa e pedalare, pensiamo solo al lavoro. Vedere il Napoli al settimo posto crea un po’ di imbarazzo, bisogna riportarlo lassù”, parole che fanno [continua…]

Il Napoli torna Grande in Champions: impone il pareggio al Liverpool (1-1, gol di Mertens) ed è ad un passo dagli ottavi. Scoppia la pace tra De Laurentiis e la squadra. Il patron: "E' la risposta contro chi gufa"

Pazzesco Napoli, ritrova l’orgoglio e se stesso in Champions complicando  la vita al Liverpool con un malvagio fendente di Mertens per Alisson poco dopo l’inizio (21’), pareggiato più tardi da un colpo di testa di Lovren (65’), in una battaglia totale giocata con il coltello tra i denti dai calciatori di Ancelotti, mai domi in un combattimento accanito durato per l’intera partita contro i campioni d’Europa. Già, adesso il Liverpool a causa del pareggio  all’Anfield con gli azzurri – benché al primo posto con dieci punti nella classifica del girone E – dovrà giocarsi la qualificazione agli ottavi nell’ultimo turno in trasferta contro il Salisburgo a quota sette e che a sua volta giocherà per il tutto per tutto. Sarà più semplice la [continua…]

L'Ussi Campania contro il silenzio stampa e il divieto ai giornalisti di assistere all'allenamento

L’Ussi della Campania esprime profondo rammarico per la decisione della SscNapoli di imporre ai suoi tesserati il silenzio stampa. Un provvedimento che preclude la libertà di stampa, principio sancito dalla Costituzione italiana e elemento imprescindibile per la libera informazione.
Allo stesso tempo condanna l’ulteriore decisione di impedire ai giornalisti di seguire l’allenamento del Napoli che eccezionalmente è calendarizzato domani allo stadio San Paolo. Ciò esattamente tre ore dopo comunicazione contraria, ovvero nella quale i giornalisti e i fotografi erano stati invitati.
Sorprende una gestione così approssimativa e lesiva dei rapporti con i giornalisti da parte di un club glorioso e che in un passato non troppo lontano si è caratterizzato per avere per primo istituito il ruolo dell’ufficio stampa. Così come appare ingiustificabile la modalità con la quale, subito dopo la partita di [continua…]

Champions, bomber azzurri in crisi e il Genk impone il pari ad un Napoli sprecone. Giallo Insigne, il capitano in tribuna. Ancelotti spiega: "Non l'ho visto brillante"

Foto tratta dalla pagina Facebook della SscNapoli

GENK – “Ce l’abbiamo messa tutta” ad occhi quasi bassi il timoniere del Napoli che non è riuscito a passare a Genk, fermato dai volenterosi avversari che hanno imposto il pareggio agli azzurri, privi del loro capitano Lorenzo Insigne, inaspettatamente spedito in tribuna (insieme con Ghoulam) prima della partita. Un giallo, per la verità nemmeno chiarito del tutto da Ancelotti alla fine del match dal quale è venuto un solo punto anziché i tre un po’ spavaldamente pronosticati da tutti negli ambienti di casa nostra, malgrado le raccomandazioni nel dover tenere la tensione altissima. Ma torniamo all’esclusione a sorpresa di Insigne. Inquadrato dalle telecamere di Sky mentre si [continua…]