Flash Feed Scroll Reader

GIVOVA NAPOLI BASKET:“cominciamo Bene” LA SQUADRA SI PRESENTA DOMANI AL “JEMMING”

GIVOVA NAPOLI BASKET:
“cominciamo Bene”
LA SQUADRA SI PRESENTA DOMANI AL “JEMMING”
PROSEGUE LA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2015/16

Domani, martedì 22 Settembre alle ore 12,00 la Givova Napoli Basket si presenterà ufficialmente presso il “Jemming”, prestigioso complesso di Antonio Beneduce, situato in Via del Serbatoio allo Scudillo n. 10, ed immerso in un’oasi di verde e di pace di oltre ventimila metri quadri, con un’incantevole e suggestiva vista sul Golfo di Napoli. Sarà la prima occasione per la squadra al completo di incontrare i media. Alla presentazione parteciperà l’intero staff tecnico e dirigenziale dell’Azzurro Napoli Basket in vista dell’inizio del prossimo campionato di serie B in programma il 27 Settembre.
In serata inoltre a partire dalle ore 21,00, sempre all’interno della splendida struttura del “Jemming”, l’intera squadra saluterà con la dirigenza al completo dell’Azzurro Napoli Basket, tutti gli sponsor ed i [continua…]

La Scandone riparte da Sacripanti ed Alberani

Era ora. Dopo due mesi di prolungata astinenza il popolo del basket si è riversato in massa stipando la piccola sala stampa del Paladelmauro. Negli sguardi  dei tantissimi che ci circondavano evidente il sollievo per il disagio che si era protratto da tempo, da troppo tempo. Due mesi di silenzio assoluto avevano ingenerato preoccupazioni legittime nel mondo della palla a spicchi, alimentate dalla conferenza rimandata del patron De Cesare e dalle dimissioni apparentemente inspiegabili di Valerio Spinelli . Ed invece tutto nel giro di poche ore con l’acquisizione di una   coppia che sarà interessante vedere all’opera. La passionalità di una allenatore che conosce bene la Campania  per aver allenato Caserta per ben quattro anni, coniugata alla competenza di un  ds  giovane ed emergente con la voglia  matta di veder consacrati  in maniera definitiva i propri meriti potrebbe essere il mix [continua…]

La Scandone torna nell'anonimato.

La Virtus si regala una chance play off ,la Sidigas torna nell’ anonimato. In buona sostanza questo il verdetto espresso nella sfida capitolina, una gara che doveva far da crocevia per entrambe le formazioni. Avellino è tornata la stessa di sempre, tante volte vista sui parquet ,una squadra  discreta nelle individualità ma senza la grinta  e la voglia di vincere indispensabili per prevalere. La Virtus, invece, una volta scrollatasi di dosso il peso della partecipazione europea, e soprattutto grazie all’innesto di tre pedine importanti come Curry, Ebi e Freeman si è completamente trasformata da anatroccolo balbettante, impelagato nei bassi fondi a formazione autoritaria, completa in tutti i reparti ,capace di inanellare quattro successi di fila e candidata a recitare un ruolo primario nei prossini play off. A sei giornate dalla [continua…]

Sidigas su la testa.Schiacciata Bologna

E’ bastato poco alla sapiente regia di Green per far esplodere un Hanga sopra le righe ed un Anosike ritornato signore degli anelli, miscela perfetta per far riassaporare al Paladelmauro il gusto di una vittoria che mancava dal 13 dicembre. Un successo fondamentale (96-79) per restituire fiducia e serenità ad un ambiente avvelenato da troppe batoste, mentre la Virtus conferma la sua scarsa dimestichezza ad imprese esterne. Grande attesa ad Avellino per l’esordio sulla panchina biancoverde di Fabrizio Frates chiamato in settimana a sostituire Frank Vitucci , nel tentativo di riportare la Sidigas sui binari della normalità dopo dieci sconfitte in undici gare. Su fronte opposto la Granarolo di Giorgio Valli, ex dal dente avvelenato. Coach Frates , che ha avuto solo il tempo di guardarsi attorno, ha preso atto [continua…]

Vitucci via, Fratres in arrivo

Dagli e dagli  ,alla fine è successo. La dirigenza Sidigas ha deciso di allontanare l’uomo su cui aveva fortemente investito per un progetto di grandeur. Il decimo insuccesso  è stato fatale al coach veneziano e  non tanto per la nuova sconfitta, ma per come è maturata. Ci si aspettava una reazione forte con un avversario brillante ma alla portata .Ed invece niente. Un compitino svolto senz’anima , quasi  per dovere di cronaca e comunque privo di quella determinazione indispensabile per strappare coi denti un successo fuori casa. Patron De Cesare al suo delfino ha concesso fiducia oltre ogni ragionevole limite, ma il troppo è  diventato davvero troppo. Aveva  apparentemente mostrato buon viso ad una stagione fallimentare fatta di grandi investimenti e di [continua…]