Flash Feed Scroll Reader

Una targa allo stadio "San Paolo" per ricordare Roberto Fiore

L’Ussi della Campania, con il Comune di Napoli e grazie a un’idea del giornalista Marcello Pelillo, ha voluto ricordare l’ex presidente del Napoli, Roberto Fiore. Realizzata una targa posta all’ingresso della Tribuna Posillipo e scoperta questa mattina alla presenza dei familiari, la moglie Carmela De Paola e la figlia, Annalisa Fiore.
Fiore, appassionato presidente del Napoli dal 1964 al 1967, portò in maglia azzurra campioni della bravura di Altafini e Sivori. Trattò addirittura l’acquisto di Pelè, ma non se ne fece nulla perché il presidente dei Santos temette per la sua vita.
Erano presenti all’inaugurazione il vicepresidente Nazionale dell’Ussi, Gianfranco Coppola, il presidente dell’Ussi Campania, Mario Zaccaria, il vicepresidente dell’Ussi Campania, Rosario Mazzitelli, il segretario dell’Ussi Campania, Pier Paolo Petino, l’Head [continua…]

COPPA ITALIA - Napoli avanti tutta in semifinale. Sconfitta la Lazio eliminata con un gol di capitan Insigne. Pace fatta con i tifosi: tutti a cantare alla fine della battaglia con i biancocelesti

L’esultanza di Lorenzo Insigne (foto dalla pagina Facebook della SscNapoli)

La resurrezione. L’urlo possente e liberatorio fa tremare il Tempio, mentre il capitano Insigne solleva le braccia al cielo e canta con la gente del San Paolo una vecchia e dimenticata melodia tornata improvvisamente d’attualità “…un giorno all’improvviso…”. E’ pace fatta; con un gol di Lorenzinho il Napoli vola in semifinale di Coppa Italia con pieno merito e dopo una battaglia infinita ed a viso aperto contro la Lazio, la migliore squadra del momento a tutti i livelli. Se la sono giocata facendo la faccia feroce gli azzurri, con Gattuso indemoniato a bordo campo, così come lo erano Insigne ed i suoi compagni di squadra [continua…]

Napoli Femminile in marcia verso la serie A. Il tecnico Marino spinge le girls azzurre alla promozione: "Siamo sulla strada giusta con continuità di gioco e risultati"

Lusinghieri i segnali. C’è fermento. Nel Napoli Femminile l’ultima vittoria conseguita domenica contro il Permac Vittorio Veneto – scaturita da una prestazione di buonissimo livello – ha provocato un’ulteriore ventata d’entusiasmo: quello che ci voleva per alimentare ancora di più il grande sogno della promozione. Niente fantasie, ma una saggia consapevolezza della forza e della qualità tecnica della squadra delle girls napoletane guidate da Peppe Marino che opportunamente resta tuttavia coi piedi per terra. D’altronde il mister è per la concretezza e lo fa intendere dal suo discorso al termine del girone d’andata concluso positivamente con i tre punti conquistati nell’ultimo turno dell’andata: “Un successo meritato e frutto di una prestazione matura. D’altronde giochiamo in un campionato equilibrato e [continua…]

Volano le girls del Napoli Femminile. A passo di corsa fanno fuori il Vittorio Veneto e ribadiscono le grandi ambizioni del club del presidente Carlino

Missione compiuta, il Napoli Femminile ha liquidato la pratica della nuova tappa verso la promozione, tornando a vincere con il Vittorio Veneto, liquidato con un 2-0 meritatissimo: un gol per tempo e tutte felici e contente le ragazze di Marino. I tre punti sono arrivati puntuali grazie ad un match giocato con capacità agonistica e un non indifferente ordine tecnico-tattico. Attraverso tali componenti il Napoli Femminile ha incamerato un risultato voluto ad ogni costo, dopo un inizio in cui la squadra ha dovuto predisporre i denominatori del match, attraverso le accelerate necessarie per mettere all’angolo le avversarie. Il ritmo elevato e una maggiore qualità tecnica hanno dato modo alle partenopee di avere sempre il controllo della situazione sbloccata poco [continua…]

La Fiorentina fa "viola" gli azzurri alla quarta sconfitta in cinque partite. A pezzi Gattuso: "Meritiamo i pomodori, siamo sprofondati, chiedo scusa ai tifosi e alla città, stiamo scherzando col fuoco". Adesso la squadra decide di andare subito in ritiro

Sempre peggio, tutto a rotoli, che peggio non si può. Un altro naufragio, un altro tonfo in verticale con il precipizio che si sta aprendo sotto i piedi, da non crederci. Eppure è così: nemmeno la terapia di Ringhio Gattuso funziona per ridare spirito, forza e qualità al Napoli che va kappaò al San Paolo colpito a morte e che con un gol per tempo affonda sempre di più. Stavolta è la Fiorentina a portarsi via i tre punti facendo “viola” gli azzurri a tutti i livelli, dopo le sconfitte finora subite a Fuorigrotta con Cagliari, Bologna, Parma e Inter. Drammatici i numeri. Preoccupante la classifica. Stravolto Gattuso, le catene a destra e sinistra per niente efficienti in una difesa rimescolata [continua…]