Flash Feed Scroll Reader

Ussi Campania: no a 'giochini' Calcio Napoli che irride giornalisti. Invito ai colleghi a lavorare con serietà e in maniera deontologicamente appropriata

L’Ussi della Campania – Gruppo ‘Felice Scandone’ rileva che ciò che sta accadendo negli ultimi giorni in riferimento alle cronache che riguardano il Calcio Napoli va assumendo sempre di più contorni inquietanti e irreali sui quali è d’obbligo fare alcune considerazioni, nonché avanzare un appello al buonsenso a tutte le componenti – Società e giornalisti – perché si sta realizzando un gioco al massacro che non serve a nessuno, tanto meno ai tifosi della squadra azzurra che sono il terminale e le vere vittime di certi comportamenti distorti.

E’ evidente e innegabile che negli ultimi giorni si è fatto particolarmente insistente, soprattutto in rete, un modo di fare giornalismo che è l’antitesi di quello corretto e professionalmente inappuntabile al quale si dovrebbe sempre ispirare il lavoro dei colleghi. Oggi, però, il Calcio Napoli ha alzato il tiro in maniera impropria ed [continua…]

L'Ussi risponde a De Laurentiis: "No a censure o richiami, si esprima con riguardo"

In relazione alle esternazioni del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis espresse al termine della prima conferenza stampa nel ritiro di Dimaro, l’Ussi Campania intende tranquillizzare il proprietario della SscNapoli perché i giornalisti sportivi da anni combattono con determinazione fake news, nonché titoli sbagliati e offensivi. Ma l’Ussi non si limita a questo: si oppone con forza anche ad avvertimenti, insinuazioni, richiami o ammonizioni dal tono e dal sapore inaccettabili quale l’ammonimento che proprio oggi, per inaugurare come è ormai abitudine nel modo peggiore la stagione agonistica, De Laurentiis ha riservato a un giornalista.
L’Ussi e i giornalisti sportivi non accettano censure, né lezioni di comportamento da chicchessia e invitano il proprietario della SscNapoli a esprimersi con maggiore riguardo nei confronti di chi per [continua…]

Partirà venerdì 8 giugno, per terminare il 12 agosto, il tour italiano del Beach Soccer, promosso dalla Lega Nazionale Dilettanti della FIGC. Le tappe toccheranno le città di Cagliari, San Benedetto del Tronto, Lignano Sabbiadoro, Viareggio, Bellaria Igea Marina, Giugliano in Napoli e Catania.

Dall’8 giugno al 12 agosto nelle spiagge italiane.

FondItalia partner del Beach Soccer italiano.

“Lo Sport e la Formazione Continua insieme, per competere e vincere”.

Partirà venerdì 8 giugno, per terminare il 12 agosto, il tour italiano del Beach Soccer, promosso dalla Lega Nazionale Dilettanti della FIGC. Le tappe toccheranno le città di Cagliari, San Benedetto del Tronto, Lignano Sabbiadoro, Viareggio, Bellaria Igea Marina, Giugliano in Napoli e Catania.

Il Beach Soccer è cresciuto notevolmente in Italia in questo ultimi anni grazie al suo inquadramento all’interno della LND della FIGC.

Ma non solo. È cresciuto anche per la sua straordinaria capacità di coinvolgere appassionati dello sport e spettatori di ogni tipo, che partecipano con entusiasmo agli eventi e alle iniziative che si sviluppano parallelamente ai match [continua…]

Nasce "Il tifo non ti odia", il primo video contro la violenza firmato da Lino Barbieri

Lunedi 26 marzo alle ore 15,30 presso lo Studio Caracciolo 15, in via Caracciolo 15 Napoli , si terrà la presentazione del progetto “ Il tifo non odia” e il lancio e pubblicazione del primo “video contro la violenza ” di Lino Barbieri” che vede protagonisti i tifosi napoletani e juventini uniti intorno al valore della vita anche se avversari in campo !!!

Ussi Campania: commento Sarri dopo domanda collega Titti Improta volgare e permeato di sessismo. Indignazione anche per atteggiamento giornalisti in sala stampa del Meazza

L’Ussi Campania – Gruppo ‘Felice Scandone’ stigmatizza con forza l’infelice uscita pubblica dell’allenatore Maurizio Sarri il quale nel post partita di Napoli-Inter, durante l’incontro con i giornalisti nella sala stampa dello stadio Meazza di Milano, ha risposto alla domanda della collega Tutti Improta dell’emittente Canale 21 – “Sono troppo dura se dico che questa sera lo scudetto è compromesso?” – con un commento non richiesto, inutilmente volgare e permeato di sessismo.

   L’essersi successivamente scusato con la giornalista, una volta resosi conto di aver commesso un grave errore, non attenua le responsabilità dell’allenatore il quale dovrebbe ben sapere che gli incontri con la stampa sono soltanto occasioni, caratterizzate da serietà e professionalità reciproca, indispensabili per far arrivare ai tifosi – il vero motore del sistema-calcio – le informazioni, i [continua…]