Flash Feed Scroll Reader

La Valanga Azzurra travolge la Roma all'Olimpico, 1-4. Napoli a segno con una magia di Milik, con una rete record di Mertens e con i gol di Verdi e Younes che chiudono il conto.

Verso Londra con il cuore in tumulto. Il motivo c’è. Una macchina da guerra il battaglione azzurro, la fabbrica del gioco e dei  gol: otto reti nelle ultime due partite. Gli ultimi quattro gol rifilati alla Roma all’Olimpico, sgretolata dalla valanga napoletana nella ripresa quando la squadra del cuore ha ritenuto di doverlo fare per chiudere la partita, riaperta parzialmente dagli uomini di Ranieri alla fine del primo tempo con un calcio di rigore di Perotti che aveva pareggiato il conto con una magia di Milik, realizzata dopo poco meno di due minuti. Un’illusione però il penalty trasformato da Perotti,  provocato da un’uscita avventurosa di Meret su Dzgeco. In quel momento vanamente su di giri  la Roma è crollata di schianto più tardi [continua…]

Ancelotti sale in cattedra, punta all'Arsenal e a De Laurentiis chiede di blindare Koulibaly e Allan

La foto di Carlo Ancelotti è tratta dal profilo Facebook di Carlo Ancelotti

Alta tensione, con il sorriso sulle labbra, il clichè di Carlo Ancelotti. Sul ponte di comando il nuovo timoniere del Napoli annusa l’aria carica di ansie e di speranze, e detta i tempi di marcia in prossimità della trasferta in Inghilterra per lo scontro con l’Arsenal tra due settimane. Non sta nei panni il tecnico emiliano, il clima difatti è quello dell’Europa League anche se ci sono altre formalità da sbrigare, intanto: la Roma che è alle porte e le partite con l’Empoli e e il Genoa prima di ritrovarsi difronte all’Arsenal. Tre partite interlocutorie che serviranno per tenere alte  tensione e concentrazione, cominciando da domani [continua…]

Ussi e Sugc incontrano Annalisa Moccia: "Rispetto e attenzione per le donne nello sport"

L’Ussi della Campania, presieduta da Mario Zaccaria, d’intesa con il segretario del Sugc Claudio Silvestri, ha rivolto le scuse ufficiali dei giornalisti sportivi ad Annalisa Moccia, la guardalinee  oggetto di frasi sessiste da parte di un telecronista durante la gara Agropoli Sant’Agnello. Nell’occasione dell’evento per i 60 anni della Lega Nazionale Dilettanti, il vicepresidente nazionale Gianfranco Coppola e il segretario dell’Ussi Campania, Pier Paolo Petino, hanno sottolineato il rispetto e l’attenzione per il ruolo e l’impegno delle donne nel calcio e nello sport in generale.

L'Ussi premia i giornalisti sportivi alla festa per i 60 anni della Lega Nazionale Dilettanti

Il racconto del calcio nei 60 anni della Lega Nazionale Dilettanti. Serata al teatro Posillipo presentata da Stefano Piccirillo e Fiorenza D’Antonio, organizzata dea RUN film, per la presentazione di “Primi su ogni Pallone”, il cortometraggio diretto da Onofrio Brancaccio che celebra 60 anni della LND. Tra i protagonisti Mariano rigillo, Peppe Iodice e Desirée Popper…

Sul palco, con il presidente Cosimo Sibilia, il vicepresidente nazionale dell’Ussi, Gianfranco Coppola, per l’assegnazione dei premi ai giornalisti sportivi Enrico Varriale (Vicedirettore di Rai Sport), Francesco De Luca (responsabile dei servizi sportivi del quotidiano Il Mattino) e Antonio Sasso (Direttore del Roma).

Un omaggio floreale da parte della LND e dell’Ussi è stato consegnato ad Annalisa Moccia, la guardalinee oggetto di frasi sessiste nel corso di una telecronaca [continua…]

Napoli prima brutto poi bello. Ancelotti si arrabbia e gli Azzurri tornano a vincere. Travolto l'Udinese (4-2) e consolidato il secondo posto

Tanto spavento per niente. Ed è vero, giacchè il Napoli dopo aver consentito all’Udinese di pareggiare i due gol iniziali di Younes e Callejon con quelli di Lasagna e Tofana – tutti e quattro nel primo tempo – di gol ne ha segnati altri due nella prima mezzora della seconda parte con Milik al bersaglio numero quindici in campionato e con Mertens  di nuovo a segno dopo tre mesi di digiuno. Un poker più che confortante e lusinghiero. Ciò grazie anche alla “sistemata” decisa da Ancelotti che ha cambiato alcune cosette sul campo a livello tecnico-tattico, ridando al Napoli  rapidità di esecuzione e capacità tattica. Una trasformazione saggia che si è resa necessaria per acquisire nuovamente la superiorità espressa durante i [continua…]