Flash Feed Scroll Reader

Napoli, luci e ombre nel test anti-Barça regolato con due gol di Hysaj e Allan. Quattro reti annullate al Sassuolo per fuorigioco. Gattuso carica: "La storia ci aspetta"

Rocambolesco il test anti-Barca dall’inizio, durante la partita e alla fine del match, dal primo gol di Hysaj con la maglia azzurra e in serie A in 192 presenze, al poker di reti realizzate dal Sassuolo e annullate tutte e quattro per fuorigioco dei calciatori di De Zerbi, fino al gol del raddoppio azzurro firmato da Allan entrato a dieci minuti dalla fine e segnato dal brasiliano al terzo minuto dei sei di recupero. Un match insomma abbastanza tirato ed a tratti anche ben giocato, ma con luci e ombre che hanno tenuto Ringhio sulle spine sino alla fine e un po’ tormentato anche dopo. Ancora sofferente e tiratissimo nei concetti l’allenatore azzurro, almeno a botta calda dopo la partita. Gattuso è probabilmente  rimasto un po’ scontento su alcuni aspetti mostrati dalla squadra ma è apparso anche molto felice del Napoli [continua…]

“Ciao Napoli”, le girls azzurre sul palco della serie A al Maschio Angioino: martedì 28 la cerimonia. In campo il 22 agosto per la prima giornata

Con tutti gli onori e senza respiro: le girls Azzurre rieccole pronte per la nuova battaglia, stavolta a grandi livelli, si ricomincia dalla serie A conquistata con la rabbia in corpo ed a ritmo travolgente. Al Maschio Angioino le presentazioni ufficiali, martedì a mezzogiorno, nel cortile del castello simbolo della città, con strette di mano e discorsi di rito: a tambur battente il Napoli Femminile si affaccia nel grande calcio, già in preparazione per la prima giornata del prossimo campionato di serie A, in programma per il 22 agosto. Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, insieme con l’assessore allo sport Ciro Borriello accoglierà la squadra di calcio femminile della città in riva al Golfo, a caccia [continua…]

Napoli brutto, noioso e inefficace sconfitto a Parma sui rigori (2-1). Gattuso critico: "Arranchiamo, giocando così al Barcellona faremo il solletico"

E’ un altro Napoli, non più quello bello e vivace di qualche tempo fa. Nonostante ciò per stroncare la squadra di Gattuso il Parma beneficia di due calci di rigore che si fa molta fatica per ritenerli tali, pur avendone ricevuto uno a favore per il momentaneo pareggio di Insigne che lo ha trasformato. Fatale e decisivo l’ultimo penalty, quello concesso dal discutibile arbitro Giua nei minuti di recupero del match, un rigore praticamente inventato, come il primo, ma che definisce il risultato del match che consente al Parma di chiudere con anticipo e positivamente la lotta per non retrocedere. Per il Napoli è la seconda sconfitta dopo la ripresa del campionato, la prima quella subita a Bergamo contro l’Atalanta. Ecco la sequenza dei calci dagli undici metri a Parma: 48’ p.t. Caprari, 54’ Insigne, 87’ Kulisevski. Gattuso la sua [continua…]

Politano "brucia" l'Udinese all'ultimo secondo (2-1) ma nei pensieri di Gattuso c'è solo il Barcellona

Nasconde i suoi pensieri Gattuso e tutto quello che gli frulla per la testa. E’ felice, contento e soddisfatto per il gran gol di Policano sul filo di lana che ha portato il Napoli alla vittoria e al sesto posto agguantando il Milan di Pioli, questo sì, ma non ci vuole granchè per capire che a Ringhio sta a cuore qualcos’altro. C’è Messi davanti ai suoi occhi insieme con gli altri azulgrana, questo è chiaro, ed è facile immaginare cosa darebbe Ringhio per portare il Napoli nei quarti di finale della Champions, eliminando il Barca l’8 agosto prossimo. Tralascia perfino di commentare nei dettagli l’attuale classifica e il decimo risultato utile consecutivo con otto vittorie e due pareggi. E non gli si può dare torto. Per parlare del Barcellona Rino Gattuso parte da lontano: “La squadra mi sta piacendo anche [continua…]

Napoli senza testa, domina l'Atalanta per un tempo e poi crolla, 2-0. Furente Gattuso:

 

 

Foto Fb SSCN

In otto minuti svaniscono le illusioni azzurre nella rincorsa Champions. Fatale l’inizio della ripresa di un Napoli che di cose belle ne aveva fatte, tenendo a distanza l’Atalanta di Gasperini prima di un inaspettato black-out in cui si è determinato un risultato che fa torto alla squadra di Gattuso, apertamente colpevole di un approccio sballato all’inizio della seconda parte: tutti o quasi tutti gli azzurri con la testa tra le nuvole, c’era in campo un altro Napoli e non più quello che aveva tenuto a distanza la Dea prudente e attenta come mai le era capitato in questa stagione, difronte al buon e al bel gioco del team di capitan Insigne. L’Atalanta si [continua…]