Napoli, errori e orrori. Violato il "Maradona". Lo Spezia vince in dieci, 2 a 1, ripartendo da un rigore. Azzurri prima in vantaggio , poi raggiunti e sconfitti. Gattuso sentenzia: "Squadra schizofrenica, ci facciamo del male da soli"

Un’ora e più di fuoco, quasi trenta tiri a rete ma un solo gol, quello di Petagna (58’) inzialmente tenuto fuori per tirare un po’ il fiato ed entrato dopo quasi un’ora di gioco per chiudere il match lì davanti, ma non c’ stato verso per aver ragione dello Spezia che inaspettatamente è prima riuscito a pareggiare su calcio di rigore regalato da Fabian Ruiz e dalla difesa napoletana agli avversari con Pobega dal dischetto. E poi,  sempre Pobega ha  rifilato il colpo del kappaò dello Spezia alla squadra di Gattuso, sebbene in inferiorità numerica per il doppio giallo subito da Ismajli, una beffa per gli azzurri. Finito al tappeto, il Napoli non è più stato in grado di rialzarsi, malgrado i tentativi di Gattuso operati per scuotere la squadra anche attraverso agli ingressi di Elmas, Lobotka e Llorente, e [continua…]

Tsunami Napoli. Azzurri scatenati, vincono a Cagliari (4-1) e risalgono al quarto posto in classifica con i gol-spettacolo di Zielinski (doppietta), di Lozano e di Insigne su rigore. Gattuso ringhia: Giochiamo troppo di fioretto, li voglio più cattivi sotto rete"

Il Napoli c’è. Azzurri scatenati e da spettacolo. Insigne e compagni liquidano gli isolani di Eusebio Di Francesco travolgendoli con quattro gol che rispediscono la squadra di Gattuso al quarto posto in classifica grazie alle   reti firmate da due perle di Zielinski, poi da Lozano e infine da un penalty di Insigne. Gol che ridanno sostanza e serenità alla squadra, al club e alla tifoseria non soltanto attraverso  le realizzazioni, ma grazie ad una prestazione super che cancella un recente discutibile passato, scalciando l’emergenza determinata dalle assenze forzate di Mertens, Koulibaly e da Osimhen, il ragazzone nigeriano perdonato da De Laurentiis e da Gattuso. Il Napoli in realtà ha stradominato sul campo, stabilmente in offensiva e mettendo alle corde il Cagliari giocando soprattutto in verticale e comandando le operazioni sul terreno di gioco attraverso un giro-palla preciso, puntuale e principalmente [continua…]

Insigne, gol capolavoro. Contro il Torino in vantaggio con il "napoletano" Izzo il capitano salva il Napoli dalla sconfitta. Gattuso: "Siamo stanchi e scarichi, teniamoci stretto questo punto", Ringhio provato dalla malattia all'occhio destro

Lorenzinho Superstar, sul filo dei minuti finali il “gioiello” del capitano che evita al Napoli la sconfitta col Toro, in vantaggio con l’altro napoletano però in granata, Izzo, a rete con un gol in carambola, firmato poco più dall’inizio della seconda parte. Insigne ha insomma evitato un patatrak verso il quale si stava avviando la squadra di Gattuso che spinto dalla disperazione e dall’ansia ha prodotto l’incandescente finale attraverso il quale si è prodotto il pareggio con una conclusione capolavoro del capitano. Un brutto Napoli però, è bisogna dirlo, molliccio e confuso, senza capo né coda e benchè caricato – si immaginava – dalla sentenza sportiva del Coni non è mai apparso in grado di provocare problematiche particolari ad una squadra ultima in classifica e ad avversari che se la sono giocata arditamente sino alla fine. Reduce dalla sconfitta con [continua…]

I malumori. La sconfitta con la Lazio lascia il segno, la SSC Napoli punta i piedi: "Tutti in ritiro fino alla partita contro il Torino"

Contraccolpo immediato per la sconfitta degli azzurri subita dalla Lazio all’Olimpico:  la squadra si recherà in ritiro per decisione della società di Castelvolturno. Ecco la nota del club: “Si comunica che dopo l’allenamento di lunedì pomeriggio al Training Center, la squadra andrà in ritiro fino alla partita contro il Torino”. Gattuso probabilmente  non potrà contare su Lozano a causa del trauma subito alla caviglia sinistra e su Koulibaly per un problema muscolare avvertito alla coscia sinistra durante la partita con la Lazio.

Napoli senza testa e senza vogliua colpito a freddo da Immobile e poi da Luis Alberto. Contro la Lazio senza Insigne e Mertens squadra lenta e disorientata. Si salva solo Lozano uscito per infortunio, problemi anche per Koulibaly

Buio pesto, Napoli bastonato dalla Lazio che senza fare chissà cosa strapazza gli azzurri con un gol a freddo di Immobile e con il raddoppio in contropiede di Luis Alberto. Alti e bassi nella stagione, da una partita all’altra: dopo tante cose belle mostrate anche nella sconfitta con l’Inter, inaspettata la prestazione negativa dei giocatori di Gattuso, mollicci in difesa all’inizio ma anche più tardi e mai in grado di far bene e meglio in fase di costruzione della manovra. Avranno incise anche le assenze di Insigne e di Mertes. Senza i due giocatori più rappresentativi del team e come al solito senza Osimhen in cura per recuperare l’infortunio alla spalla, il Napoli è apparso un’altra squadra rispetto ad altre prestazioni finora espresse: ha addirittura dato l’impressione di non crederci molto, lento nel tentativo di mettere insieme qualcosa di buono, [continua…]