Flash Feed Scroll Reader

Napoli Femminile, operazione "io resto a casa": un invito alla lettura da Paola Di Marino e Giulia Risina, una storia nella storia

Due pezzi da novanta, Paola Di Marino e Giulia Risina: il Napoli Femminile tra difesa e centrocampo è ben piazzato e forte di due giocatrici che finora hanno contribuito e non poco, insieme con le altre compagne dei rispettivi reparti e di squadra all’eccellente stagione fin qui disputata e che ha portato il team guidato dal timoniere Marino al primo posto in classifica e con consolidate aspirazioni di promozione in serie A. Non ci stupiamo e non è un’esagerazione ma nei profili e negli accostamenti pur considerando le dovute distanze e proporzioni, Paola Di Marino ricorda per temperamento, decisione sull’avversario, forza fisica ben contenuta e amministrata, e nell’anticipo, un grande difensore del calcio italiano, quello che ai Mondiali dell’82’ in Spagna non fece toccare un pallone al nostro Diego Maradona e cioè Claudio Gentile. E non c’è da meravigliarsi considerando le sue “brutte” intenzioni sulle attaccanti avversarie che le capitano a tiro. E’ una roccia la ragazza di Procida. Insomma con lei lì dietro non si passa. D’altra parte Paola vuole arrivare lontano con il suo Napoli Femminile e freme per il ritorno alla normalità del calcio giocato, ora bloccato per le straordinarie vicende che hanno colpito noi tutti. Freme e scalpita anche Giulia Risina, centrocampista pensante e di qualità, idee, rapidità e tocchi nella zona più delicata della squadra, quel settore da dove nascono strategie sui due fronti, quello offensivo e quello difensivo quando serve interrompere il gioco avversario e coprire il reparto arretrato dando il necessario contributo. Giulia Risina ha tra l’altro deciso di restare a Napoli e di non tornare nella sua amata Catania per provare a ristabilirsi al più presto – e ci sta riuscendo – dall’intervento al ginocchio che l’ha costretta lontana dai campi. Lei, centrocampista di corsa e inserimenti, si è dovuta fermare per quell’incidente ed ha trovato a sostenerla Paola, l’amica di sempre. Insieme partecipano all’iniziativa dettata dal club, che è quella di invogliare a leggere un buon libro in questo periodo in cui necessariamente nell’interesse di tutti bisogna stare a casa. Paola e Giulia hanno scelto il libro “Resti?” di Riccardo Bertoldi. Paola ha già completato la sua lettura, mentre Giulia lo ha iniziato. “Resti?” è in realtà una storia d’amore che lascia intendere che tutti abbiamo bisogno di avere accanto qualcuno che “resta”, così come ha fatto Paola con Giulia nel momento del suo infortunio: Giulia ha infatti trovato un grande punto di riferimento e di spinta per ritrovare se stessa moralmente e fisicamente dopo quell’incidente che l’ha tenuta lontana dai campi di gioco. Forte di una volontà di ferro ora Giulia è pronta a ricominciare con rinnovato entusiasmo e amore per il calcio, grazie anche alla… “spinta” ricevuta da Paola: insieme per portare in serie A il Napoli in gonnella, una gran bella storia!