Flash Feed Scroll Reader

Premio Coni-Ussi Atleta dell'anno 2013 assegnato a Clemente Russo. Sabato sera a Maddaloni la premiazione

Clemente Russo è l’atleta dell’ anno 2013 della Campania. Lo ha designato la giuria di giornalisti sportivi dell’ Ussi Regionale per la Campania – Gruppo ‘Felice Scandone’ con una votazione alla quale hanno partecipato gli iscritti. Il premio “Atletadell’anno 2013 della Campania” è organizzato dal Comitato Regionale Coni della Campania e dall’USSI Campania, in collaborazione coi Delegati CONI di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno.

Clemente Russo sarà premiato dal presidente del Coni Regionale della Campania, Cosimo Sibilia, dal Presidente dell’Ussi Campania, Mario Zaccaria e dai Delegati CONI della Campania, Sergio Roncelli (Napoli), Michele De Simone (Caserta) Domenica Luca (Salerno), Giuseppe Saviano (Avellino) e Mario Collarile (Benevento), in occasione della tappa del Dolce & Gabbana Italia Thunder vs USA Knockouts, che si terrà sabato 1 marzo al Pala Angoni Caliendo a Maddaloni, evento realizzato in collaborazione con la Provincia di Caserta e il Comune di Maddaloni.

Il pugile è stato scelto nella rosa di Atleti dell’Anno  proclamati dai CONI Provinciali : Avellino: Angelica Picone (Campionessa Mondiale di Kick Boxing); Benevento: Stefania Pirozzi (Oro Giochi del Mediterraneo 200 farfalla); Caserta: Clemente Russo (Campione Mondiale dilettanti cat. Pesi massimi); Napoli: Vincenzo Abbagnale (Campione Mondiale Canottaggio 2 con – Campione Mondiale 4 con under 23); Salerno: Carlo Cuomo (Campione Mondiale Canottaggio Under 23).

Clemente Russo, pugile di Marcianise, vanta il maggior numero di incontri disputati di tutte le categorie e di tutte sigle dilettantistiche della boxe italiana.

Ha vinto due volte il titolo mondiale dei Dilettanti: a Chicago 2007 e Almaty 2013. Alle Olimpiadi ha conquistato due volte la medaglia d’argento (Pechino 2008 e  Londra 2012). Nel suo palmares anche un bronzo agli Europei Juniores del 1998, cinque titoli italiani, i mondiali militari del 2004 e la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo di Almeria del 2005.

È stato il portabandiera della nazionale italiana nella cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Pechino 2008.