Flash Feed Scroll Reader

Il Napoli Femminile mette le ali: dopo il San Marino batte in trasferta anche la Lazio (1-2), le due inseguitrici per la promozione in A. Il tecnico Marino tiene alta la tensione

Giù il cappello e saluto alla voce, alle Girls del Napoli vanno resi tutti gli onori: dopo aver allontanato dalla loro pista sgomitando il San Marino, le Azzurre hanno staccato in classifica anche la Lazio, altra pretendente alla promozione nella massima serie, messa a cinque punti di distanza grazie alla seconda vittoria consecutiva in trasferta, due straordinari risultati conseguiti entrambi contro le dirette concorrenti. A Formello, dove le ragazze di Marino hanno affrontato le biancocelesti, non è stata però una passeggiata, la vittoria l’hanno sudata, eccome. Ciò perché dopo appena tredici minuti il Napoli Femminile si è trovato sorprendentemente sotto di un gol (rete di Pezzotti), una situazione comunque provvisoria e soprattutto di grande stimolo, giacchè le girls partenopee si sono rimboccate le maniche e durante lo stesso primo tempo hanno ribaltato il risultato, portandolo al definitivo 2 a 1 [continua…]

Napoli, l'Europa ad un passo. Gli azzurri vincono a Cagliari e si portano a quota 33. Ma Gattuso ringhia: "Non scherziamo col fuoco, pensiamo ai quaranta punti. Non entro nei contratti. Allan? E' un caso chiuso"

L’Europa a due punti. A passo di carica la rincorsa dei corsari azzurri che sbarcano a Cagliari e con un’azione arrembante sbancano l’isola rossoblù con un altro preziosismo di Ciro Dries Mertens, adesso con il fiato addosso su Marek Hamsik, detentore del record assoluto di gol con 121 bersagli centrati nella storia del Napoli. L’impresa voluta e compiuta grazie agli sforzi dell’intera squadra sempre compatta e unita, ricostruita moralmente e tatticamente da Gattuso che ha indovinato tutte le mosse e le contromosse per far fronte alle manovre di Maran che dalla panchina rossoblù le ha cercate tutte per rimettere in piedi la sua squadra e per riagguantare il risultato. Tutto inutile, giacchè il Napoli non è mai andato in affanno totale, tutt’altro. Ha sfiorato anche il raddoppio con lo stesso Mertens che ha sbloccato il risultato (65’) con un irresistibile [continua…]

Napoli in gonnella: "Operazione San Valentino", una rosa rossa per tutte le girls. La carica del patron Carlino: "Stiamo realizzando un'impresa importante". Altri due acquisti per le Azzurre. Domenica supersfida promozione in trasferta contro la Lazio

San Valentino con il presidente Carlino: da vero gentiluomo il numero uno del Napoli Femminile nel festeggiare il giorno dell’amore con le girls azzurre, una rosa rossa per ognuna delle ragazze piacevolmente sorprese dalla gioia e dalla felicità, un pensiero che parte dal cuore del patron e che rende l’ambiente della squadra prima in classifica, ancora più compatto e più convinto dei destini e degli obiettivi del club, la promozione in serie A. In pompa magna per i contenuti ma semplice e sincera la cerimonia che Carlino ha arricchito con un gradevole discorsetto che ha racchiuso intenzioni, volontà e aspirazioni del progetto societario: “Il vostro presidente vi ama e come sono innamorato io di voi l’augurio che vi faccio e che si possano innamorare tante altre persone di questo sport e di voi che siete delle ragazze fantastiche. Fate tanti [continua…]

Coppa Italia, il Napoli vince a S.Siro contro l'Inter con un "numero" di Fabian Ruiz nella prima semifinale. Ma Gattuso è cupo e ringhia: C'è poco da sorridere, non abbiamo fatto ancora nulla, bisogna pedalare"

Con una magia di Fabian Ruiz poco dopo l’inizio del secondo tempo, difesa a denti stretti dagli azzurri in un finale avvincente, arroventato ed emozionante, il Napoli supera meritatamente l’Inter nella semifinale d’andata di Coppa Italia e rimanda al 5 marzo nel ritorno al San Paolo il conto finale con i nerazzurri di Conte, primatisti in campionato. L’impresa la squadra di Gattuso l’ha realizzata badando al sodo, all’essenziale, meno belli Callejon (capitano di giornata) e compagni ma efficaci e senza risparmio in ogni zona nel campo. Ma non c’è soltanto questo nel bilancio di un match tostissimo e senza pause, da una parte e dell’altra: c’è da dire che Gattuso stavolta ha curato la sfida in ogni minimo particolare, centrando le strategie e le scelte, quelle in prima battuta ed anche le sostituzioni (73’ Milik per Mertens; 78’ Politano per [continua…]

Il Lecce sbanca il S.Paolo, 3 a 2. Gattuso rivoluziona la squadra ma gli azzurri sono molli in difesa e inefficaci in attacco, soliti mali. Ringhio sbotta: "Contro le piccole prendiamo mazzate". Il Club furioso con l'arbitro Giua di Olbia che nega un penalty su Milik e ignora il Var

Un’imbarcata, clamorosa e di botto la frenata, da farsi male: il Napoli e Gattuso beffati dal Lecce e da Liverani che evitano il tracollo per una mezzora, prima di iniziare una cavalcata vincente sulla pelle degli azzurri. Eppure Ringhio aveva messo tutti in guardia alla vigilia del match ed aveva ragione a farlo, ma l’allarme lanciato dal tecnico è rimasto inascoltato, giacchè i salentini con saggezza tecnico-tattica, idee e soluzioni adeguate hanno chiuso il match con un pesante 3 a 1 sul Napoli, sbancando il San Paolo dopo ventidue anni. E’ un controsenso, troppo e perfino eccessivo lo slancio degli azzurri nei primi trenta minuti, ma troppe anche le occasioni mancate o non sfruttate dai giocatori di Gattuso nelle conclusioni a rete, senza quella furia e l’energia necessarie contro avversari che in quella mezzora di fuoco – così come a [continua…]