Flash Feed Scroll Reader

Gattuso e gli Azzurri sottobraccio in Europa League, c'è il Reijka. Koulibaly spazza via le polemiche: "Siamo con il mister al cento per cento". Ringhio: "Voglio un Napoli perfetto"

Sale in cattedra Gattuso alla vigilia del match di Europa League  e su tutta la linea sgombra il campo dalle cattive chiacchiere e dai cattivi pensieri scaturiti dalla sconfitta subita con il Milan domenica sera. Se ne sono dette tantissime e di tutti i colori, financo che la battuta d’arresto contro i rossoneri sia stata determinata dal mancato pagamento degli stipendi. Ma non è così: “Nella mia squadra pensano a lavorare. Firmiamo dei contratti importanti con cifre importanti e siamo tutelati. In questo momento non dobbiamo pensare a questo, sarebbero alibi. E  chi cerca alibi non può stare con me. Io lavoro a trecento allora tutti i giorni. Voglio persone con passione. Ed io vedo tutto questo nella mia squadra. Che mi segue. I numeri dicono che gioca un grandissimo calcio, ma serve più malizia, cattiveria, ma sono contento di [continua…]

Al San Paolo vola il Milan, il Napoli no: 3 a 1 con doppietta di Ibrahimovic. Gattuso furioso processa la squadra: "Giochiamo senza veleno in corpo e non abbiamo la mentalità giusta"

Al San Paolo il diavolo è Ibrahimovic che spiana la strada al Milan con due gol,  Milan che poi chiude e legittima il match con il terzo gol di Hauge, arrivato al quinto minuto del tempo di recupero. Il Napoli aveva già dato tutto quello che poteva nel tentativo di accorciare le distanze sulla doppietta del gigantesco attaccante svedese ed ha lasciato il campo sfinito, dopo aver accorciato le distanze con Mertens (63’) nel momento del massimo sforzo. Due minuti dopo il gol del Napoli –  ed in pieno rilancio – il cartellino rosso per Bokayoko dopo il secondo giallo, ha tuttavia frenato la rincorsa degli azzurri ormai in dieci e che possono recriminare su di una traversa colpita da Di Lorenzo ma anche su di una serie di occasioni sprecate sotto rete durante l’intero match davanti a Donnarumma, o [continua…]

Napoli F, contro il San Marino solo un punto. Preoccupa la classifica. Le girls: "Non ci arrendiamo, ripartiremo". La società riflette sul tecnico: "Marino sì, Marino no..."

Felici e scontente, è questa l’aria che si respira nel Napoli Femminile che contro il San Marino non è riuscito ad andare oltre il pareggio senza reti, ottenendo  il primo punto nella sua preoccupante classifica piuttosto arida e avara, l’ultimo posto. Sul piano tecnico le girls di Marino hanno per buoni tratti anche ben manovrato nella zona centrale giocando con palla a terra, ma operando troppo smesso con lanci in profondità che non hanno prodotto nulla di importante e di particolare negli sbocchi della prima linea, priva di concretezza nella fase conclusiva. Battagliera e invece puntigliosa la difesa, col coltello tra i denti e con tantissima tensione. Irruenza, tutti a caccia del pallone, entratacce durissime sui due fronti. Nulla però di bello e di buono.  Le azzurre hanno comunque dato tutto quello che hanno potuto, considerando le problematiche che ha [continua…]

Il 17 novembre l'Assemblea Straordinaria Ussi Campania. Le proposte di modifica dello Statuto

Clicca per accedere STATUTO USSI CAMPANIA CON MODIFICHE

I soci che intendono partecipare all’Assemblea Straordinaria per la modifica dello Statuto, che si svolgerà martedì 17 novembre p.v. in modalità online, devono farne richiesta inviando una email entro e non oltre le ore 24.00 di domenica 15 novembre 2020, all’indirizzo di posta elettronica ussicampania@gmail.com

Basta scrivere: “Mi iscrivo a partecipare all’Assemblea Straordinaria dell’Ussi Campania in programma il 17 novembre 2020, alle ore 15”.

Chi si iscrive riceverà poi sul suo indirizzo di posta elettronica una email della segreteria contenente il link di accesso alla piattaforma che dovrà essere utilizzata per prendere parte all’Assemblea.

Il Napoli vola al terzo posto con un gol di Osimhen. Gattuso contro i Sapientoni: "Fanno i maestri, il giochino scudetto sì o no, a me non piace". Ghoulam e Mario Rui in tribuna: "Passeggiavano in allenamento"

Due gli eroi azzurri: Osimhen e Ospina regalano al Napoli il terzo posto in classifica, scavalcando l’Atalanta, la Juve e l’Inter. Il primo siglando il gol della vittoria a Bologna, l’altro difendendo i tre punti conquistati contro la squadra di Mihjalovic con un paio di parate miracolose nel finale che consentono al gruppo di Gattuso un consistente passo in avanti. Tutto meritato, bisogna dirlo però, perché il Napoli ce la messa tutta davvero attraverso un impegno continuo e costante per quasi l’intera partita, cedendo qualcosa al Bologna nell’inutile conclusiva impennata  dei rossoblù. A dire il vero gli azzurri il raddoppio l’avevano cercato e trovato con Koulibaly, a rete cinque minuti dopo l’inizio della seconda parte, bissando il gol di apertura messo a segno al ventiduesimo minuto del match. Il Var tuttavia cancellava l’impresa del difensore napoletano a causa di un [continua…]